Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm





Download Presentazione

1 - Elementi del programma

2 - Lavorare in modalità normale

3 - Lavorare in modalità wizard

4 - Integrazione con FM System


Consorzio infotel 0828 346501 info@consorzioinfotel.it

Modalità Wizard: Il Wizard è uno strumento veloce e potente per l’autocomposizione in pochi minuti di un POS/PSC/PSS. Il Wizard si suddivide in: Anagrafica e Schede Tecniche.
Esso crea, in base alle indicazioni fornite, un documento già predisposto e completo per la stampa finale.
Il Wizard è composto da varie pagine per un rapido inserimento dei dati e per la scelta delle schede tecniche, suddivise in Fasi lavorative, Attrezzature, Sostanze ed Opere Provvisionali

Status Navigator (Ubicazione Cantiere, Impresa con i dati generali e le figure, Committente, Responsabili, Descrizione Opera, Descrizione Cantiere, Schede Tecniche e Costi Sicurezza speciale)
Nell’area di lavoro s’inseriranno tutti i dati relativi al cantiere oggetto della valutazione dei rischi mentre nella sezione Stampe si procederà alla composizione e visualizzazione del Piano di Sicurezza finale.

Costi della Sicurezza Utilizzando la Modalità Normale, sarà possibile dettagliare per ogni lavorazione o Fase Lavorativa del cantiere in questione, le Prescrizioni di Coordinamento ed i costi della Sicurezza.
Selezionando con il mouse, una delle schede Fasi Lavorative del contenitore colorato, si attiverà il riquadro Stima Costi Sicurezza. In automatico sarà calcolato l’importo totale e l’importo della sicurezza.
Tali informazioni compariranno in fase di composizione e stampa del Piano di Sicurezza, ovviamente scegliendo di redigere un PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento) nella form Opzioni di Composizione.

Sezione Stampe Tutti i Piani di Sicurezza composti e salvati saranno archiviati nella Sezione Stampe dello Status Navigator e compariranno anche nell’Elenco Composizioni della Barra Laterale della Finestra di Avvio del software.
I documenti prodotti con PS3 SYSTEM sono in formato MS Word, l’utente avrà la possibilità di modificarli, ampliarli, personalizzarli prima della stampa finale.

Download

SCOPRI
DOWNLOAD ESEMPI STAMPE

  • POS Piano Operativo di Sicurezza
  • PSC Piano di Sicurezza e Coordinamento
  • PSS Piano Sostitutivo di Sicurezza

Consorzio Infotel 0828346501 pbx

Scopri di piu'






Esempi Duvri


DUVRI è il software che consente di valutare i rischi di eventuali interferenze in caso di lavori di appalto/subappalto, forniture e servizi.
In particolare:
  • composizione del DUVRI (Documento Unico Valutazione Rischi da Interferenze) da allegare al contratto di appalto o di opera (art. 26 comma 3 D. Lgs. 81/2008)
  • redazione dei costi relativi alla sicurezza del lavoro con particolare riferimento a quelli propri connessi allo specifico appalto (art. 26 comma 5 D. Lgs. 81/2008)
La normativa prevede che l'azienda committente, in caso di affidamento di lavori all'interno della propria azienda (pulizia, manutenzione, fornitura di materiale, ecc.) a imprese appaltatrici/subappaltatrici o a lavoratori autonomi debba redigere un documento unico di valutazione dei rischi (DUVRI) legato all’eventuale presenza di interferenze tra le varie attività.
In particolare:
Il DUVRI rappresenta lo strumento operativo per guidare le attività lavorative del committente e degli appaltatori negli ambienti/reparti dell’azienda ove si possono verificare, anche con discontinuità spaziale e temporale, le eventuali interferenze lavorative tra le due attività.
DUVRI è lo strumento per la redazione del DUVRI, consentendo, quindi, ai datori di lavoro committenti di attuare le misure finalizzate alla riduzione dei rischi da interferenze.
Tra le funzionalità di DUVRI si evidenziano:
  • Gestione di più imprese appaltatrici
  • Individuazione rischi ambiente lavorativo
  • Studio interferenze
  • Checklist rischi appaltatore
  • Stima costi della sicurezza
  • Verbale di riunione di cooperazione e coordinamneto
  • Redazione DUVRI in formato rtf
Scopri di più

VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI CANTIERI EDILI
Aggiornato al D.Lgs 81/2008 (Decreto attuativo del Testo Unico in materia di Sicurezza sul Lavoro)

CANTIERI SYSTEM nasce come strumento software per la valutazione dei rischi nei cantieri edili. Concepito ai sensi del nuovo Testo Unico si pone come valido strumento per la redazione dei Piani di sicurezza e coordinamento ai sensi dell’Allegato XV del D. Lgs. 81/08.

Imprese Edili, Consulenti Sicurezza, Progettisti e Direttori dei lavori, possono trovare in CANTIERI SYSTEM un supporto informatico per la redazione della documentazione prevista dalla normativa vigente, assicurandosi un adeguamento alle nuove disposizioni previste dal Teso Unico nello svolgimento della propria attività;

Funzionalità principali:

  • Anagrafica Imprese, Committenti, Tecnici (comune per tutti i lavori);
  • (Novità della versione 2.3!) Possibilità di aprire le schede tecniche direttamente dall'interno del software

Redazione del POS e DVR:

  • Gestione Schede : Associazione automatica delle Fasi Lavorative con Attrezzature, Sostanze e Opere Provvisionali ;
  • Archivio Schede: Le schede di sicurezza in dotazione al modulo POS sono raggruppate e consultabili per settori (Cantieri Stradali, Fabbricati per Civile Abitazione, Opere Idrauliche …)
  • Archivio descrizioni per la definizione dell’Organizzazione del cantiere;
  • Valutazione dell’esposizione al rumore: per fase lavorativa;
  • (Novità!) Inserimento e stampa di DVR per imprese edili con le relative schede di sicurezza associate;

Redazione del PSC e/o PSS e DUVRI :

  • Archivi di base: Rischi, DPI (con collegamento automatico dei rischi ai relativi dispositivi correlati)
  • Archivio Schede: Le schede di sicurezza in dotazione al modulo PSC e PSS sono raggruppate e consultabili per categorie (Allestimento Cantiere, Opere Provvisionali, Protezione Scavi, Viabilità, Macchine, Impianti ….)
  • Inserimento di più imprese che lavorano in uno stesso cantiere;
  • Definizione di più zone di Cantiere;
  • Diagramma di Gantt: Redazione del diagramma di Gantt inserendo le Fasi lavorative del cantiere e la relativa tempistica di realizzazione, la scelta delle fasi lavorative corrisponde alla scelta di una scheda di sicurezza che andrà a costituire il documento finale. Il diagramma di Gantt è sia temporale che spaziale.
  • Studio delle Interferenze: Nello stesso diagramma viene generato lo studio delle interferenze, per fasi lavorative di una stessa impresa, più imprese, per una stessa zona di cantiere o per più zone;
  • Valutazione dei rischi aggiuntivi: Le interferenze generate dal Gantt vengono analizzate e associate a rischi aggiuntivi da poter caricare dagli archivi di base con i relativi DPI correlati;
  • Schede aggiuntive: il modulo PSC e PSS è dotato di un archivio di schede necessarie alla definizione del documento per uno specifico cantiere (Apprestamenti, Attrezzature, Infrastrutture, Mezzi di Protezione Collettiva);
  • Solo per il PSC il calcolo automatico dei Costi della sicurezza: i DPI, gli apprestamenti e le attrezzature previsti vengono in automatico trasferiti alla sezione dei Costi della Sicurezza speciale, dove inserendo le quantità ed i prezzi unitari è possibile effettuare la stima dei costi della sicurezza.
  • (Novità della versione 2.3!) Inserimento e stampa DUVRI Cantieri;

Stampe :

Le stampe vengono generate direttamente in formato MS-WORD: POS, PSC, PSS, con la possibilità di personalizzarle e modificarle. In dotazione al software anche l’archivio della modulistica per la generazione dei documenti da emettere e/o tenere in cantiere ai sensi del nuovo Testo Unico. (Notifica preliminare,Nomina del Medico Competente, Verbale di formazione e informazione,ecc…) - (Novità della versione 2.3!) Stampa integrata nel documento del Diagramma di GANTT dove previsto.

Per un corretto funzionamento e per la composizione dei documnti, il software richiede la presenza di Microsoft Word installato sul PC.

Scopri di Più

PS3 SYSTEM è il compositore rapido per la redazione dei Piani di Sicurezza, ai sensi del D. Lgs. 494/1996 e del D.P.R. 222/2003 per la sicurezza nei cantieri temporanei e mobili, nello specifico:

  • POS Piano Operativo di Sicurezza
  • PSC Piano di Sicurezza e Coordinamento
  • PSS Piano Sostitutivo di Sicurezza

PS3 SYSTEM permette di redigere in pochi minuti un Piano di sicurezza utilizzando schede tecniche (in formato MS Word) in cui è riportata la classificazione dei rischi, le misure di prevenzione da adottare ed i DPI obbligatori, per le fasi lavorative, le attrezzature, le sostanze, le opere provvisionali.

PS3 SYSTEM consente:

  • l’archiviazione di tutti i lavori con i relativi documenti composti
  • di operare in modalità Wizard, per la veloce autocomposizione di un POS/PSC/PSS dall’inserimento dei dati generali del cantiere alla scelta delle schede tecniche
  • di utilizzare un set di schede tecniche (Fasi Lavorative, Attrezzature, Sostanze, Opere Provvisionali) già a corredo del programma, da arricchire e personalizzare
  • l’integrazione con il software FM SYSTEM. Se quindi l’utente è in possesso di questo programma potrà esportare i lavori, completi di tutti i dati riguardanti l’anagrafica del cantiere e le figure responsabili in FM SYSTEM per la redazione dei fascicoli di manutenzione
  • una completa interoperabilità con MS-Word: il template di stampa ed il documento finale possono essere facilmente ed agevolmente personalizzati e adattati in ogni momento alle esigenze dell’utente, che potrà inserire immagini, grafici, tabelle e tutto ciò che riterrà opportuno.

PS3 SYSTEM si avvale della tecnologia XML, in questo modo diventa molto semplice e rapido lavorare e condividere i propri lavori con altri utenti.
Tra le caratteristiche principali del programma, si evidenziano:

  • agevole trasportabilità dei lavori, perché si opera con file di dimensioni ridotte
  • semplicità nell’effettuare il Back-up dei dati
  • facilità di pubblicazione sul web dei propri lavori per la condivisione del Know-how.

Inoltre, grazie a specifiche funzionalità del programma si ha:

  • la possibilità di tenere aperti contemporaneamente più lavori e di effettuare interscambio di informazioni (copia/incolla/taglia dati)
  • una completa e chiara visione del lavoro tramite un menù laterale (Status Navigator) che consente un veloce inserimento dei dati

Per un veloce apprendimento di tutte le funzionalità di PS3 SYSTEM, l’utente avrà a disposizione tutor multimediali ed il manuale d’uso in formato pdf.


Tutti i software della infotel sono sviluppati con tecnologia .Net

L’utilizzo della tecnologia .NET si stà velocemente diffondendo tra gli sviluppatori che trovano quest’ultima potente, affascinante e sorprendente; di conseguenza le Software House migrano ad ambienti basati su tale tecnologia. Essa offre svariati vantaggi tra cui, alcuni sono:

- Integrazione con sistemi esistenti
- Semplicità di deployment
- Supporto ai dispositivi portatili
- Supporto nativo per Web service
- Supporto a molti linguaggi di programmazione
- Accesso flessibile ai dati

Le caratteristiche dell’XML sono: semplicità, espandibilità, portabilità.
I lavori prodotti da sono in formato XML, il metalinguaggio divenuto uno standard per la rappresentazione delle informazioni strutturate in formato testuale. Le informazioni contenute in un file XML possono essere rappresentate in svariati modi come ad esempio HTML, XLS, PDF, ecc…
XML ha molto successo come formato per lo scambio di dati tra applicazioni differenti e perché applicazioni diverse possano scambiarsi dati in formato XML è necessario che esse conoscano come l’informazione è strutturata all’interno del file(tag ed attributi dell’XML). A tale scopo sono state sviluppate altre tecnologie come XML Schema(XSD) che è ancora un linguaggio basato su XML ed ha lo scopo di definire la struttura di un documento XML.

Download Software

Accesso a 626Web

626Web è un’applicazione WEB che insieme al software 626LavoroSystem, permette all’utente di effettuare una valutazione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori.
L’utente che utilizzerà 626WEB potrà identificare i luoghi di lavoro (reparti, ambienti, postazioni di lavoro), identificare i pericoli e le fonti potenziali di rischio, collegare le macchine/attrezzature/sostanze/impianti con la possibilità di allegare la scheda tecnica fornita dal fabbricante/fornitore. Tutti i dati così inseriti saranno trasformati in file XML che aperto con il software 626LavoroSystem permetterà la stampa del DVR e del Programma di Miglioramento.
In base alla valutazione dei rischi sarà possibile definire poi le misure di prevenzione e protezione, atte a cautelare i lavoratori, programmare le azioni di prevenzione e protezione con priorità derivanti da:

  • gravità dei danni
  • probabilità di accadimento
  • numero di lavoratori esposti
  • complessità delle misure di intervento (prevenzione, protezione, ecc.) da adottare.
626WEB si pone come una valida alternativa alle applicazioni tradizionali client/server, con indubbi vantaggi:
  • facilità di distribuzione e aggiornamento: la pubblicazione sul server dell’applicativo coincide automaticamente con la sua distribuzione e gli aggiornamenti sono resi disponibili a tutti gli utenti
  • accesso multipiattaforma, in quanto l’accesso a 626WEB è indipendente dall’hardware e dal sistema operativo utilizzato dagli utenti
  • riduzione del costo di gestione, l’uso di internet riduce notevolmente i costi di connettività e di gestione dei client
  • scalabilità, 626WEB può facilmente essere personalizzabile in base alle esigenze dell’utente senza particolari problemi

Attraverso la gestione dei permessi, 626WEB consente la creazione di uno o più utenti che accederanno all’applicativo WEB, come amministratore, consultant, project administrator.

Dopo aver inserito il nome utente e la password, si apre la pagina dello Scadenzario per inserire scadenze, eventi, ecc. Inoltre sarà possibile visualizzare in automatico le News, presenti sul portale del Consorzio Infotel.

Sarà possibile inserire i dati generali dell’azienda: nominativo del datore di lavoro, settore produttivo, numero dei dipendenti.
Selezionando il comando Avanti, si accederà alle pagine successive.

Nella pagina Figure Aziendali, s’inseriranno le figure aziendali: il nominativo dell’RSPP (Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione), del Medico Competente, Responsabile Emergenze, ecc. Inoltre sarà possibile creare le squadre aziendali, inserendo gli addetti al Pronto Soccorso, alle emergenze, al Servizio di Prevenzione e Protezione.

Inserimento completo dei dipendenti: dati anagrafici, recapiti, dati contrattuali. Continuando con il Wizard sarà poi possibile associare i dipendenti alle fasi lavorative ed ai reparti.

Dopo aver inserito l’anagrafica aziendale e dei dipendenti, 626WEB permette di gestire la valutazione dei rischi per unità produttive. Per ogni unità produttiva s’inseriranno i luoghi di lavoro (reparti e postazioni) e le fasi lavorative. Ogni fase lavorativa inserita sarà poi dettagliata, associando ad essa le macchine, le attrezzature, le sostanze utilizzate e gli impianti

Accesso a 626Web

626Web è un’applicazione WEB che insieme al software 626LavoroSystem, permette all’utente di effettuare una valutazione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori.
L’utente che utilizzerà 626WEB potrà identificare i luoghi di lavoro (reparti, ambienti, postazioni di lavoro), identificare i pericoli e le fonti potenziali di rischio, collegare le macchine/attrezzature/sostanze/impianti con la possibilità di allegare la scheda tecnica fornita dal fabbricante/fornitore. Tutti i dati così inseriti saranno trasformati in file XML che aperto con il software 626LavoroSystem permetterà la stampa del DVR e del Programma di Miglioramento.
In base alla valutazione dei rischi sarà possibile definire poi le misure di prevenzione e protezione, atte a cautelare i lavoratori, programmare le azioni di prevenzione e protezione con priorità derivanti da:

  • gravità dei danni
  • probabilità di accadimento
  • numero di lavoratori esposti
  • complessità delle misure di intervento (prevenzione, protezione, ecc.) da adottare.

Per una corretta visione di 626Web è consigliato l'utilizzo di Internet Explorer 6x o superiore.

Le pagine del sito sono ottimizzate per una risoluzione di 1024x768 pixel. o superiore.

Per informazioni non esitate a contattarci.

mail

L’utilizzo della tecnologia .NET si stà velocemente diffondendo tra gli sviluppatori che trovano quest’ultima potente, affascinante e sorprendente; di conseguenza le Software House migrano ad ambienti basati su tale tecnologia. Essa offre svariati vantaggi tra cui, alcuni sono:

- Integrazione con sistemi esistenti
- Semplicità di deployment
- Supporto ai dispositivi portatili
- Supporto nativo per Web service
- Supporto a molti linguaggi di programmazione
- Accesso flessibile ai dati

Le caratteristiche dell’XML sono: semplicità, espandibilità, portabilità.
I lavori prodotti da 626Web sono in formato XML, il metalinguaggio divenuto uno standard per la rappresentazione delle informazioni strutturate in formato testuale. Le informazioni contenute in un file XML possono essere rappresentate in svariati modi come ad esempio HTML, XLS, PDF, ecc…
XML ha molto successo come formato per lo scambio di dati tra applicazioni differenti e perché applicazioni diverse possano scambiarsi dati in formato XML è necessario che esse conoscano come l’informazione è strutturata all’interno del file(tag ed attributi dell’XML). A tale scopo sono state sviluppate altre tecnologie come XML Schema(XSD) che è ancora un linguaggio basato su XML ed ha lo scopo di definire la struttura di un documento XML.





CRONO System è il software per redazione del Diagramma di Gantt con il relativo studio delle interferenze e il CronoProgramma Lavori. Modulo integrato e interfacciato con 494 Cantieri System (o stand alone) è implementato attraverso le più recenti tecnologie informatiche (.Net) per cui risulta semplice ed immediato nell’utilizzo, personalizzabile ed affidabile.
La redazione del Diagramma di Gantt ha come obiettivo la programmazione dei tempi delle lavorazioni di cantiere per pianificare i tempi di evoluzione delle operazioni costruttive e permettere così di prevenire l'insorgere di sovrapposizioni o connessioni lavorative. Con i dati inseriti nel Diagramma di Gantt, si visualizza in automatico il Cronoprogramma dei lavori, per la rappresentazione degli importi spesi nel tempo, un diagramma che riporta sull’asse verticale gli importi progressivi a partire da zero, in corrispondenza della data di inizio dei lavori, fino all’importo complessivo di tutti i lavori e sull’asse orizzontale i tempi di esecuzione delle lavorazioni, espressi in giorni lavorativi continuativi.

Il software permette di:

costruire il Diagramma di Gantt con la possibilità di creare fasi/lavorazioni multidata e spostare in avanti o indietro le varie fasi/lavorazioni
  • visualizzare le eventuali fasi interferenti per zone di cantiere e per imprese diverse
  • inserire per ogni interferenza le misure di coordinamento relative all’uso comune, da parte di più imprese e lavoratori, di apprestamenti, attrezzature, infrastrutture, mezzi e servizi di protezione collettiva
  • associare ad ogni fase lavorativa i lavoratori dell’impresa addetta alla lavorazione stessa
  • calcolare i giorni continuativi con il Metodo Giorni Utili e il Metodo delle condizioni climatiche (andamento favorevole, normale, sfavorevole)
  • redigere il CronoProgramma Lavori, con la possibilità di visualizzare giorno per giorno l’importo speso e le lavorazione coinvolte
  • visualizzare e raffrontare il CronoProgramma dei lavori con gli importi previsti in fase di progettazione e gli importi effettivamente spesi.

CRONOSystem si avvale della tecnologia XML, in questo modo diventa molto semplice e rapido lavorare e condividere i propri lavori con altri utenti.
Tra le caratteristiche principali del programma, quindi, si evidenziano:

    • agevole trasportabilità dei lavori, perché si opera con file di dimensioni ridotte
    • semplicità nell’effettuare il Back-up e Ripristino dati
    • una completa e chiara visione del lavoro tramite un menù laterale (Status Navigator) che consente una gestione completa di tutti i dati del cantiere e delle imprese
    • la possibilità di gestire per ogni cantiere più imprese e più zone di cantiere
    • integrazione con 494 Cantieri System, con l’importazione dell’anagrafica del cantiere, delle imprese e delle lavorazioni
    • stampa dell’anagrafica del cantiere e/o del solo Diagramma di Gantt, CronoProgramma Lavori in formato rtf, quindi, compatibile con qualsiasi editor di testo
    • tutor multimediali con filmato e registrazione vocale.

Il PiMUS è una procedura di montaggio/smontaggio specifica per il tipo di ponteggio scelto nel concreto contesto del cantiere; può assumere la forma di un piano di applicazione generalizzata per gli schemi standard (quelli previsti nel libretto) integrato da istruzioni e progetti particolareggiati per gli schemi speciali costituenti il ponteggio.

Quindi:

La descrizione passo passo della sequenza di montaggio degli elementi costituenti gli schemi di base generalizzati

La descrizione passo passo di montaggio degli elementi costituenti gli schemi speciali fra i quali sono compresi:

- mantovane

- partenze particolari ( stretta, larga, su piano inclinato )

- castelli di carico

- interruzioni di stilata di caratteristiche non previste nel libretto

La redazione di in PiMUS richiede una sequenza di azioni sintetizzabili in:

- sopralluogo in cantiere;

- analisi dei fattori progettuali (altezze della struttura, rientranze, aperture, cartelloni pubblicitari, ecc.)

- analisi dei fattori ambientali (tipologia e consistenza del piano di appoggio, luoghi di transito, idoneità delle strutture a sostenere gli ancoraggi, linee elettriche in tensione, ecc.)

- scelta della tipologia di ponteggio da utilizzare (PTP, PMTP, tubi e giunti) e del passo

- valutazione delle richieste contenute nel PSC (mantovane, recinzioni aree, posizione e numero di scale di accesso, zone di deposito materiali, ecc.)

- verifica della necessità di progetto

- individuazione dello schema di montaggio (schema tipo come da libretto senza l’obbligo del calcolo, schema di ponteggio con l’obbligo del calcolo, ecc.).

- individuazione degli schemi generalizzati ripetitivi (moduli) e degli schemi speciali

- individuazione del sistema di prevenzione e protezione dal rischio di caduta dall’alto in corso di montaggio / smontaggio

- scelta dei punti di ancoraggio alla struttura e loro verifica di resistenza alle sollecitazioni

In seguito si procede coerentemente alla redazione del PiMUS contenente di fatto:

  • Piano di montaggio e trasformazione (eventuale)
  • Piano di smontaggio
  • Piano d’uso

infotel
Scarica demo

In assenza di definizione da parte del legislatore di specifiche competenze o titoli, la scelta delle persone competenti ricade tra le responsabilità del datore di lavoro; pertanto potrà intendersi persona competente per la redazione del Pi.M.U.S. anche lo stesso datore di lavoro.

infotel
Scarica demo

L’obbligo di garantire la avvenuta redazione del Il PiMUS è del datore di lavoro dell’impresa che monta e smonta i ponteggi il quale si avvale per la stesura di persona competente.

infotel
Scarica demo

Si deve però osservare che poiché il PiMUS è strumento operativo da mettere a disposizione anche degli utilizzatori del ponteggio di fatto l’esonero riguarda il lavoratore autonomo che si monta il ponteggio lo utilizza (da solo) e se lo smonta; il caso reale è quello degli artigiani (senza dipendenti) che impiegano tra battelli in uso esclusivo.

Nel concreto, poiché il montaggio di un ponteggio richiede l’impiego di una vera squadra di montatori composta indicativamente da 3 addetti è inverosimile che possa essere affidata e svolta da una singola persona.

Qualora il montaggio la trasformazione o lo smontaggio del ponteggio venga affidato ad una squadra di artigiani singoli, questi configurano un impresa di fatto i cui componenti operano in modo coordinato ed organizzato e pertanto viene meno l’elemento principale che caratterizza la figura di lavoratore autonomo, cioè l’assenza dei vincoli di subordinazione.

In tal caso, a seconda dell’organizzazione reale, colui che riveste il ruolo di datore di lavoro (in genere l’artigiano che assume il lavoro e che richiede la collaborazione degli altri autonomi) ha obbligo di far redigere o redigere (se persona competente) il Pi.M.U.S.

Il Pimus deve contenere

1. Dati identificativi del luogo di lavoro.

2. Identificazione del datore di lavoro che procederà alle operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio del ponteggio.

3. Identificazione della squadra di lavoratori, compreso il preposto, addetti alle operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio del ponteggio:

- nominativi dei componenti la squadra di montaggio/smontaggio;

- nominativo del preposto alla sorveglianza;

- per ognuna delle persone indicate vanno allegati gli attestati di frequenza al corso abilitativo per montatori di ponteggio o, per il periodo transitorio, l’attestazione dell’esperienza precedentemente maturata ( vedi capitolo formazione).

4. Identificazione del ponteggio;

- Tipologia ( tubo e giunti, telai prefabbricati, multirezionali)

- Marca

5. Disegno esecutivo del ponteggio;

Contenente gli elementi descritti in precedenza

6. Progetto del ponteggio, quando previsto;

Calcoli e disegno esecutivo a firma di ingegnere o architetto abilitato

7. Indicazioni generali per le operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio del ponteggio ("piano di applicazione generalizzata"):

planimetria delle zone destinate allo stoccaggio e al montaggio del ponteggio, evidenziando, inoltre: delimitazione, viabilità, segnaletica, ecc.

modalità di verifica e controllo del piano di appoggio del ponteggio (portata della superficie, omogeneità, ripartizione del carico, elementi di appoggio, ecc.),

modalità di tracciamento del ponteggio, impostazione della prima campata, controllo della verticalità, livello/bolla del primo impalcato, distanza tra ponteggio (filo impalcato di servizio) e opera servita, ecc.,

descrizione dei DPI utilizzati nelle operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio del ponteggio e loro modalità di uso, con esplicito riferimento all'eventuale sistema di arresto caduta utilizzato ed ai relativi punti di ancoraggio,

descrizione delle attrezzature adoperate nelle operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio del ponteggio e loro modalità di installazione ed uso

misure di sicurezza da adottare in presenza, nelle vicinanze del ponteggio, di linee elettriche aeree nude in tensione,

tipo e modalità di realizzazione degli ancoraggi,

misure di sicurezza da adottare in caso di cambiamento delle condizioni meteorologiche (neve, vento, ghiaccio, pioggia) pregiudizievoli alla sicurezza del ponteggio e dei lavoratori,

misure di sicurezza da adottare contro la caduta di materiali e oggetti;

8. Illustrazione delle modalità di montaggio, trasformazione e smontaggio, riportando le necessarie sequenze “passo dopo passo”, nonché descrizione delle regole puntuali/specifiche da applicare durante le suddette operazioni di montaggio e/o trasformazione e/o smontaggio (“istruzioni e progetti particolareggiati”), con l’ausilio di elaborati esplicativi contenenti le corrette istruzioni, privilegiando gli elaborati grafici costituiti da schemi, disegni e foto;

9. Descrizione delle regole da applicare durante l’uso del ponteggio;

10. Descrizione delle regole da applicare durante l’uso del ponteggio

11. Indicazioni delle verifiche da effettuare sul ponteggio prima del montaggio e durante l’uso

(circolare del MLPS n. 46/2000 che si allegato in stralcio per i ponteggi a telai prefabbricati).

infotel
Scarica demo

Confindustria: circolare 22 ottobre, n. 18952

Con la Circolare 18952 del 22 ottobre, Confindustria fornisce ulteriori indicazioni riguardo ad alcuni profili interpretativi ed applicativi delle disposizioni della Legge 123 del 3 agosto 2007: Misure in tema di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro e delega al Governo per il riassetto e la riforma della normativa in materia, con valenza operativa immediata e di specifico interesse per le imprese. Nella prima parte la circolare fornisce ulteriori indicazioni riguardo alle modifiche ed integrazioni ai criteri di delega introdotte in sede parlamentare. La seconda parte, invece, approfondisce e commenta le disposizioni della legge a contenuto immediatamente precettivo (artt. da 2 a 12).

infotel
Screenshots




infotel

Elenco lavori: Gestione di tutti i lavori con i relativi documenti composti.
Nella Barra Laterale composta da Elenco dei Lavori e Sezione Documenti, saranno archiviati rispettivamente i lavori e i PiMUS redatti. Nella sezione Elenco dei Lavori, sono riportati tutti i lavori effettuati in PIMUSNET, raffigurati tramite icone come file .PIM. Per un lavoro potranno essere redatti più PiMUS.



infotel

Status Navigator (Anagrafica Cantiere, Impresa Incaricata, Figure di cantiere, Caratteristiche tecniche del ponteggio, Elenco lavoratori, Contesto ambientale, Caratteristiche dell’opera da realizzare, Caratteristiche dell’area di cantiere)
In questa sezione s’inseriranno tutti i dati relativi al cantiere, all’impresa incaricata del montaggio e smontaggio del ponteggio, alla squadra tipo, alle caratteristiche del ponteggio, ecc.



infotel

Sezione Stampe: Il PiMUS composto è in formato MS Word, l’utente avrà così la possibilità di modificarlo, ampliarlo, personalizzarlo prima della stampa finale. Tale documento sarà salvato ed archiviato nella Sezione Stampe del software. Potrà essere richiamato a video effettuando un doppio click con il mouse.


infotel
Scarica demo


infotel
PIMUSNET è il software che compone e stampa in pochi minuti il Piano di Uso, Montaggio e Smontaggio dei ponteggi (PiMUS)

DESCRIZIONE SOFTWARE

PIMUSNET permette di adempiere al D. Lgs. 235/03; tale decreto stabilisce l'obbligatorietà del piano di montaggio, uso e smontaggio di ponteggi, che pertanto deve essere redatto dall'Impresa Edile, quando l’esecuzione dei lavori prevede l’impiego di ponteggi.
PIMUSNET consente:

  • l’archiviazione di tutti i lavori con i relativi documenti composti
  • la gestione della squadra tipo con l’inserimento del preposto e dei lavoratori (dati anagrafici e attestato di avvenuta formazione)
  • stampa nel PiMUS di schede di verifica per gli elementi del ponteggio (verifiche prima del montaggio e durante l’uso) per ponteggi metallici a telai prefabbricati, a montanti e traversi prefabbricati e ponteggi metallici a tubi e a giunti
  • una completa interoperabilità con MS-Word: il template di stampa ed il documento finale possono essere facilmente ed agevolmente personalizzati e adattati in ogni momento alle esigenze dell’utente, che potrà inserire immagini, grafici, tabelle e tutto ciò che riterrà opportuno.

CARATTERISTICHE TECNICHE

PIMUSNET si avvale della tecnologia XML, in questo modo diventa molto semplice e rapido lavorare e condividere i propri lavori con altri utenti.
Tra le caratteristiche principali del programma, si evidenziano:

  • agevole trasportabilità dei lavori, perché si opera con file di dimensioni ridotte
  • semplicità nell’effettuare il Back-up dei dati
  • facilità di pubblicazione sul web dei propri lavori per la condivisione del Know-how

Inoltre, grazie a specifiche funzionalità del programma si ha:

  • la possibilità di tenere aperti contemporaneamente più lavori e di effettuare interscambio di informazioni (copia/incolla/taglia dati)
  • una completa e chiara visione del lavoro tramite un menù laterale (Status Navigator) che consente un veloce inserimento dei dati

Per un veloce apprendimento di tutte le funzionalità di PIMUSNET, l’utente avrà a disposizione tutor multimediali ed il manuale d’uso in formato pdf.

f62a9482bfd13c61b1b4e0f523a15965.gif Download Pimus


Scarica demo