Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

INTERPELLI PUBBLICATI

Anno 2013

19/12/2013 - n. 18/2013
destinatario: CNAPI - Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e del Periti Industriali Laureati istanza: obbligo di formazione, ai sensi dell'art. 37, dei lavoratori che svolgono funzioni di RSPP

DOWNLOADScarica interpello 182013

19/12/2013 - n. 17/2013
destinatario: CNAPPC - Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori istanza: corsi di aggiornamento del coordinatore per la progettazione e per l'esecuzione dei lavori

DOWNLOADScarica interpello 172013

19/12/2013 - n. 16/2013
destinatari: Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa istanza: applicazione del Titolo IV del D.Lgs. n. 81/2008 alle scaffalature metalliche

DOWNLOADScarica Interpello 162013

D lgs 81 , edizione dicembre 2013

Pubblicato da Lilino Albanese | 14:33

d lgs 81 2008
Disponibile il testo coordinato nell'edizione dicembre 2013

Disponibile on line il testo coordinato del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro con tutte le disposizioni integrative e correttive.


* D lgs 81 edizione dicembre 2013 - Scarica

Formazione architettiLa riforma delle professoni è stata approvata con  DPR 7 agosto 2012, n. 137 recante il regolamento di attuazione dei principi dettati dall'art. 3, comma 5, del Decreto Legge n. 138 del 2011 in materia di professioni regolamentate.

Al fine di garantire la qualità ed efficienza della prestazione professionale ,nel migliore interesse del committente e della collettività e per conseguire l’obiettivo dello sviluppo professionale, ogni professionista ha l’obbligo di curare il continuo e costante aggiornamento della propria competenza professionale.

La violazione di tale obbligo costituisce illecito disciplinare.

Le attività possono articolarsi con :

a) la partecipazione ai corsi di formazione, anche tramite formazione a distanza on - line;
b) la partecipazione a master, dottorati, seminari, convegni, giornate di studio, tavole rotonde, conferenze, workshop e attività di aggiornamento e corsi abilitanti;
c) altre attività ed eventi specificatamente individuati autonomamente dal Consigli Nazionali e/o dagli Ordini Territoriali.

La riforma delle professoni è stata approvata con  DPR 7 agosto 2012, n. 137Consiglio Nazionale Ingegneri
La riforma delle professoni è stata approvata con  DPR 7 agosto 2012, n. 137Aggiornamento e sviluppo professionale Architetti
La riforma delle professoni è stata approvata con  DPR 7 agosto 2012, n. 137LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO
La riforma delle professoni è stata approvata con  DPR 7 agosto 2012, n. 137Linee di indirizzo al Regolamento per l'aggiornamento della competenza professionale

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2013 (Dl 63/2013), la detrazione Irpef sale al 50% e si calcola su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

decreto legge 63 del 4 giugno 2013Il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 (entrato in vigore il 6 giugno 2013) ha riconosciuto la detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.
Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.

Le principali condizioni per fruire dell’agevolazione sono:
  • il limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione è di 48.000 euro per unità immobiliare (96.000 euro per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2013)
  • la detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.
L’obbligo di indicare in fattura il costo della manodopera è stato soppresso dal decreto legge n. 70 del 13 maggio 2011.

rischi di natura ergonomicaIl settore edile si caratterizza per la notevole dispersione della forza lavoro in imprese di piccole e piccolissime dimensioni e per una notevole variabilità delle modalità di lavorazione e, di conseguenza, delle modalità di esposizione ai diversi rischi professionali;

queste circostanze rendono particolarmente difficoltosa la valutazione e la gestione dei rischi e la stessa stima delle conseguenze della esposizione ai diversi rischi professionali.

Queste considerazioni sono ancor più vere per i rischi di natura ergonomica: nonostante la consapevolezza che le patologie muscoloscheletriche sono responsabili di assenteismo, disabilità fisica e malattie professionali (la Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro stima che le patologie del rachide lombo-sacrale interessino oltre il 46% dei lavoratori edili europei), sono ancora poche le iniziative nel settore volte a favorire una corretta gestione dei rischi.

Bando INAIL 2014

Pubblicato da Lilino Albanese | 17:14

bandiLe scadenze: dal 21 gennaio all’8 aprile 2014 si può inserire online il proprio progetto. Se le caratteristiche del progetto sono in linea con quelle richieste dal bando, è possibile partecipare alla fase successiva di invio telematico della domanda. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di invio. Sono cumulabili con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle PMI e da Ismea).

Sicurezza pozzi,fosse,canalizzazioni
In pozzi, fosse e canalizzazioni esiste sovente un’atmosfera pericolosa che comporta rischi di intossicazione, esplosione e asfissia. Vi sono particolarmente esposte le persone tenute a entrare in questi luoghi per lavorare.

La presente pubblicazione informa su questi rischi e indica sia gli obiettivi della sicurezza da raggiungere, sia le misure che occorre adottare per proteggersi.

Essa serve da guida metodica per lavorare in sicurezza ed è nel tempo stesso un mezzo di pianificazione degli interventi di salvataggio di persone da situazioni critiche. 

Il campo d’applicazione della presente pubblicazione si estende a pozzi, fosse e canalizzazioni in cui esistono atmosfere pericolose e nei quali è possibile accedere in piedi o strisciando nonché sostare per eseguire lavori di controllo, pulizia, manutenzione e costruzione.

sicurezza_lavoro ambienti confinati
Sicurezza pozzi,fosse,canalizzazioni
 

suvaPubblicazioni rielaborate SUVA

Svolge un'attività indipendente? Indicazioni e consigli per accertare lo statuto di indipendente

Lista di controllo: Trasporto e stoccaggio di barre e profilati

Formazione sicurezza sul lavoro e tutela della salute. Programma dei corsi 2014

Scheda tematica: Piani intermedi per casserature di solette
 
Scheda tematica: Realizzazione di pareti alte di calcestruzzo. Pareti portanti e pareti esterne

sicurezza_lavoroScarica Pubblicazioni Dicembre 2013 ( zip 7,5 MB )

Newsletter 2 dicembre 2013

News - Categoria 'Sicurezza'

Suva Novembre 2013
Check List e Vademecum
28 novembre 2013
 
Le Macchine in Edilizia , Schede macchina e check list
CTP di Torino
27 novembre 2013
 

News - Categoria 'Bandi e Concorsi'
Manipolazione dei sistemi di sicurezza e uso scorretto ragionevolmente prevedibile
Seminario Internazionale - Milano, 3 - 4 Dicembre 2013
30 novembre 2013
 

News - Categoria 'Generale'
Rogo fabbrica cinese
Sicurezza lavoro
30 novembre 2013
 
Linee guida regionali sull’apprendistato
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
28 novembre 2013
 

Vedi NEWS