Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

moduli unificati e semplificati per l’ediliziaAdottati, con l'accordo Italia Semplice siglato il 12 giugno 2014 tra Governo, Regioni ed Enti Locali, i moduli unificati e semplificati per la SCIA edilizia e il permesso di costruire, previsti nella lettera aperta ai dipendenti pubblici e ai cittadini.

Massima semplificazione: non verrà più chiesta la documentazione che l'amministrazione ha già. Basterà una semplice autocertificazione o l'indicazione degli elementi che consentono all'amministrazione di reperire la documentazione.

Invece degli oltre 8000 moduli, sinora in uso, un solo modulo che, dove necessario, potrà essere adeguato alle specificità della normativa regionale.

Proseguirà l'impegno per:
  • verificare l'effettiva diffusione del modulo: il risultato non è raggiunto fino a quando non è percepito da imprese e cittadini;
  • adottare gli altri moduli per l'edilizia, l'ambiente e l'avvio delle attività produttive;
  • proseguire con la semplificazione delle procedure connesse alle attività edilizie.

Sicurezza Lavoro

Pubblicato da Lilino Albanese | 16:41

News - Categoria 'Sicurezza'
Sicurezza LavoroModelli di organizzazione e gestione della sicurezza nelle PMI
Decreto Ministeriale 13 febbraio 2014
 
Linee guida per la predisposizione e l’esecuzione di indagini preliminari
Regione Campania DECRETO DIRIGENZIALE 796 09/06/2014
 
Sicurezza dei macchinari
software realizzati per informatizzare alcune prescrizioni normative
 
RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE LE AGEVOLAZIONI FISCALI
Documento agenzia entrate maggio 2014

News - Categoria 'Generale'

Fatturazione elettronica, come funziona
Entrata in vigore 6 giugno 2013

News - Categoria 'Edilizia'

Ristrutturazioni edilizie Guida maggio 2014
Dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014

ristrutturazione edilizia
ristrutturazione edilizia
Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

L’acquisto deve essere effettuato nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2014

Per avere la detrazione è indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia, sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali.
Occorre, inoltre, che le spese per questi interventi di recupero edilizio siano sostenute a partire dal 26 giugno 2012

Decreto Ministeriale 13 febbraio 2014
Nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2014, serie generale, è stato pubblicato il Decreto Ministeriale 13 febbraio 2014, che recepisce le procedure semplificate, elaborate dalla Commissione Consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro per l’adozione e l’attuazione dei modelli di organizzazione e gestione della sicurezza nelle piccole e medie imprese, che decidano volontariamente di adottare un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (Mog), idoneo ai fini dell’efficacia esimente nei confronti dei reati previsti dall’articolo 25 septies del decreto legislativo 231/2001 (omicidio colposo o lesioni colpose gravi e gravissime derivanti dalla violazione delle norme antinfortunistiche).

Le procedure, allegate al DM di cui costituiscono parte integrante, sono strutturate in 17 Capitoli e sono corredate di 18 allegati come esposto nella Tabella 1.

check list

Pubblicato da Lilino Albanese | 16:33

lista di controllo prepostoPubblicazioni nuove     
  • Il tuo superiore ti ha spiegato quali sono le regole vitali?
  • Come proteggere i lavaratori della perdita di udito e dagli acufeni! Informazioni utili per i gestori di discoteche e locali musicali e per gli organizzatori di eventi
  • CFSL: Perché le assenze fanno male anche all'azienda.
  • CFSL: Le assenze non fanno male solo ai collaboratori. 

quali sono le regole vitaliLa prevenzione in ufficio conviene Le statistiche parlano chiaro: più della metà degli incidenti sul lavoro riguarda il settore dei servizi. E le assenze, ad esempio quelle causate da problemi alla schiena, hanno spesso gravi conseguenze per le aziende. Ogni anno in Svizzera si perdono circa 1,6 milioni di giornate lavorative soltanto a causa di disturbi muscoloscheletrici.
Si stima che le ripercussioni economiche di queste assenze sulle aziende e sull’economia si aggirino tra i 2,5 e i 3 miliardi di franchi annui. Ma basta davvero poco per migliorare la salute e la sicurezza in ufficio. E in cambio l’azienda può contare su personale più efficiente e su un numero di assenze molto minore