Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

Sicurezza ovunque

Pubblicato da Lilino Albanese | 19:30

Sicurezza ovunquePresentazione progetto “Sicurezza ovunque

Campagna informativa in materia di sicurezza rivolta ai bambini delle scuole elementari, ai genitori, ai nonni e ai docenti

Sicurezza ovunque” è la campagna promossa da Moige – movimento italiano genitori e Inail - Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, Direzione Regionale Lazio volta a sensibilizzare bambini, genitori, nonni e docenti sull’importanza delle norme basilari relative alla sicurezza in strada, in casa e negli ambienti scolastici.

Il progetto prevede la realizzazione di 17 giornate nelle scuole elementari delle province della Regione Lazio: Roma, Frosinone, Latina, Viterbo, Rieti.

Il progetto si pone i seguenti obiettivi:

● Sensibilizzare studenti, insegnanti e genitori sull’importanza delle norme basilari relative alla sicurezza in strada, in casa e negli ambienti scolastici.
● Promuovere, con un linguaggio adatto ai bambini, un’informazione chiara e completa sui rischi dovuti all’inosservanza delle norme di sicurezza, sia a casa che a scuola e del codice della strada.
● Evidenziare i più comuni rischi e le principali conseguenze dovuti all’inosservanza delle norme di sicurezza sia in casa che nelle scuole oppure alla guida di un veicolo.
● Comunicare i comportamenti ‘virtuosi’ da tenere per prevenire eventi accidentali.



»CNI Come recuperare i crediti dalle PA
Opportunità disponibili in materia di pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione
»Stop a obbligo di comunicare la Pec entro ottobre per chi l'ha già inviata a INI-PEC
I professionisti, le imprese e altri soggetti destinatari della normativa antiriciclaggio
»Bando Tipo Anac
Bando-tipo per l’affidamento di lavori pubblici
»Asseverazione edilizia
Modello di organizzazione e gestione della sicurezza
»Progetti e programmi per diffondere i valori della sicurezza
2^ giornata nazionale dell’Ingegneria della Sicurezza
»SALERNO 1954: L’ALLUVIONE DIMENTICATA tra memoria, scienza e stato della prevenzione
Consiglio Nazionale dei Geologi e l’Ordine dei Geologi della Campania
»Settimana Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro
Piazza Sarzano a Genova
»BANDO PORTI, LUOGHI DI SBARCO E RIPARI DI PESCA
Regione Molise
»Contributi a privati per la rimozione di amianto dai propri immobili
Amianto Zero
»Sicurezza ovunque
Campagna informativa in materia di sicurezza rivolta ai bambini delle scuole elementari, ai genitori ...



Redazione normale e semplificato Sicurnet FM


La soluzione per Imprese e Coordinatori aggiornata alle recenti disposizioni per POS/PSC/PSS/Fascicolo dell’Opera Semplificati (Decreto Interministeriale 9 settembre 2014) e Decreto Palchi e Fiere


PSS SEMPLIFICATO

Pubblicato da Lilino Albanese | 21:46


PSS semplificato Decreto Interministeriale 9 settembre 2014 Piano Sostitutivo di Sicurezza



Redazione pos semplificato Piano Operativo di Sicurezza Decreto Interministeriale 9 settembre 2014

Linee guida 231

Pubblicato da Lilino Albanese | 18:30

Linee guida 231

231
Le imprese e le associazioni sono i principali destinatari della disciplina contenuta nel decreto 231.

Perciò da oltre dieci anni Confindustria si propone, mediante le presenti Linee Guida, di offrire alle imprese che abbiano scelto di adottare un modello di organizzazione e gestione una serie di indicazioni e misure, essenzialmente tratte dalla pratica aziendale, ritenute in astratto idonee a rispondere alle esigenze delineate dal decreto 231.

Tuttavia, data l’ampiezza delle tipologie di enti presenti nella realtà associativa di Confindustria e la varietà di strutture organizzative di volta in volta adottate in funzione sia delle dimensioni sia del diverso mercato geografico o economico in cui essi operano, non si possono fornire riferimenti puntuali in tema di modelli organizzativi e funzionali, se non sul piano metodologico. Le Linee Guida, pertanto, mirano a orientare le imprese nella realizzazione di tali modelli, non essendo proponibile la costruzione di casistiche decontestualizzate da applicare direttamente alle singole realtà operative.

Pertanto, fermo restando il ruolo chiave delle Linee Guida sul piano della idoneità astratta del modello che sia conforme ad esse, il giudizio circa la concreta implementazione ed efficace attuazione del modello stesso nella quotidiana attività dell’impresa è rimesso alla libera valutazione  del  giudice.  Questi  compie  un  giudizio  sulla  conformità  e  adeguatezza  del modello rispetto allo scopo di prevenzione dei reati da esso perseguito.

In questa prospettiva, è di fondamentale importanza, affinché al modello sia riconosciuta efficacia esimente, che l’impresa compia una seria e concreta opera di implementazione delle misure adottate nel proprio contesto organizzativo.

Il modello non deve rappresentare un adempimento burocratico, una mera apparenza di organizzazione. 
 
Esso deve vivere nell’impresa, aderire alle caratteristiche della sua organizzazione, evolversi e cambiare con essa

231

Qualificazione docente formatore

 
INTERPELLO N. 21/2014

Oggetto: art. 12, D.Lgs. n. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni - risposta al quesito relativo ai criteri di qualificazione del docente formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro ha formulato istanza di interpello al fine di sapere se:

il consulente del lavoro che "abbia esercitato la professione per almeno 18 mesi" occupandosi anche di salute e sicurezza sul lavoro sia in possesso del criterio di qualificazione n. 4 previsto dal decreto 6 marzo 2013 per lo svolgimento di attività di docente nei corsi in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
il consulente "che abbia svolto attività professionale per almeno un triennio, seguendo i propri clienti anche in materia di salute e sicurezza del personale ed effettuandone i relativi adempimenti" sia in possesso del criterio n. 5 previsto dal decreto 6 marzo 2013 per lo svolgimento di attività di docente nei corsi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Aggiornamento professionale dei Coordinatori per la sicurezza INTERPELLO N. 19/2014

Oggetto: art. 12, D.Lgs. n. 81/2008 e successive modifiche  ed integrazioni-risposta al quesito relativo all'aggiornamento professionale dei Coordinatori per la sicurezza previsto dall'allegato XIV D.lgs.n. 81/2008.

La Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza (Federcoordinatori), ha inoltrato istanza di interpello per conoscere il parere di questa Commissione in  merito   all'aggiornamento  professionale dei  Coordinatori per la sicurezza della durata complessiva  di 40 ore (All. XIV).

In particolare  l'istante evidenzia che diverse organizzazioni, stanno proponendo"corsi" di aggiornamento per Coordinatori  per la Sicurezza della  durata complessiva di 40 ore riportando come indicazione esplicita che la frequenza è obbligatoria nella misura del 90% del monte ore totali rilasciando comunque attestato finale di partecipazione alle 40 ore invece che alle effettive 36 ore eventualmente frequentate".

Ciò posto l'interpellante chiede se "considerato come l 'All. XIV del D.Lgs. 81/2008 e smi indichi che per il corso abilitativo a Coordinatore della durata di 120 ore è richiesta la presenza nella misura del 90%, è corretto equiparare tale indicazione anche ai "corsi" di aggiornamento di 40 ore che vengono proposti?"

La questione relativa gli obblighi di aggiornamento dei coordinatori  della sicurezza è disciplinata in particolare dall'art. 98 del D.Lgs. n. 81/2008  e nel dettaglio  dall'allegato XIV dello stesso  decreto. In particolare  l'aggiornamento deve avvenire  a cadenza  quinquennale,  avere una durata complessiva di 40 ore, da effettuare nell'arco del quinquennio.

aggiornamento professionale dei Coordinatori per la sicurezzaINTERPELLO N. 19/2014

Corso amministratore condomini DECRETO 13 agosto 2014 , n. 140.

Regolamento recante la determinazione dei criteri e delle modalità per la formazione degli amministratori di condominio nonché dei corsi di formazione per gli amministratori condominiali

Corso amministratore condomini
Scopri di più


Sicurezza impianti, Liste di controllo, Schede tematica,
Portale Consulenti : News

»I datori di lavoro devono conservari gli attestati
Sentenza 9 settembre 2014 n. 37312, la Quarta Sezione Penale della Suprema Corte
»Elenco dei soggetti abilitati per l'effettuazione delle verifiche periodiche
Decreto Dirigenziale del 29 settembre 2014
»Contributi a fondo perduto per frigoristi e alimentaristi – Bando 2014
Commercio di Savona
»Applicazione di tecnologie avanzate e la salvaguardia dell'ambiente
Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Treviso
»Poletti, riformare la formazione è necessario
disegno condiviso a livello nazionale
»Sicurezza impianti a fune
Decreto ministeriale 17 settembre 2014 n. 288
»Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell’infanzia
la gestione delle emergenze nel D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.
»Relazione tra l’uso dei telefoni cellulari e i tumori cerebrali
Lo studio CERENAT
»Infortuni e malattie professionali Opuscolo INAIL
Cosa sono, cosa fare, quali sono i tuoi diritti
»Rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro
circolare n. 46 del 30 settembre 2014
»Suva pubblicazioni settembre 2014
Liste di controllo, Scheda tematica

Pubblicato il Decreto Dirigenziale del 29 settembre 2014

soggetti abilitati per l'effettuazione delle verifiche periodiche
Con il Decreto Dirigenziale del 29 settembre 2014 è stato pubblicato il nono elenco, di cui al punto 3.7 dell'Allegato III del Decreto 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l'effettuazione delle verifiche periodiche di cui all'articolo 71, comma 11, del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 come modificato e integrato dal Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106.

Addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole

Il presente vademecum è a disposizione di quanti operano nell’ambito scolastico e specificatamente nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie e secondarie di primo grado.

L’obiettivo della pubblicazione, dopo un’attenta valutazione dei rischi derivanti dalle emergenze, è informare gli “attori” della sicurezza sugli interventi di prevenzione e protezione, collettivi e individuali di tipo gestionale ed organizzativo al fine di migliorare l’aspetto operativo.

Questo vademecum per la gestione delle emergenze di Primo Soccorso, Prevenzione e Lotta agli Incendi ed il primo intervento nelle Calamità Naturali (Alluvioni e Terremoti) vuole essere un supporto pratico e semplice, ma allo stesso tempo specifico, per il personale che riveste i ruoli di: Incaricato alle Emergenze di Primo Soccorso e Incaricato alle Emergenze di Prevenzione e Lotta agli Incendi.

Il vademecum tiene conto delle indicazioni dettate dal D.Lgs. 81/2008 e dalle sue modifiche e integrazioni (D.Lgs. 106/2009 ecc.), anche se l’emanazione del decreto legislativo non ha modificato nella sostanza gli obblighi e gli adempimenti per gli Incaricati alle Emergenze previsti dal D.Lgs. 626/94 e s.m.i.

manuale ps Scarica manuale primo soccorso

INFORTUNI O MALATTIE CAUSATE DAL LAVOROQuesto opuscolo contiene le informazioni di base per spiegare ai lavoratori i loro diritti principali in caso di INFORTUNI O MALATTIE CAUSATE DAL LAVORO Il lavoro è importante per tutti, ma bisogna essere molto attenti perché c’è il rischio di farsi male.

Se succede un infortunio, dobbiamo sapere bene che cosa fare e quali sono i nostri diritti.
 
Le donne e gli uomini che lavorano in Italia, anche se stranieri, hanno dei diritti.
 
In caso di infortunio o malattia causati dal lavoro, i diritti sono sempre garantiti, anche alle persone non assicurate o che non possono essere assicurate perché non hanno il permesso di lavorare in Italia.

Mi sono fatto male mentre lavoravo
(può essere considerato un infortunio sul lavoro)

Ho avuto un incidente andando a lavorare
(può essere considerato un infortunio in itinere)

Il medico mi ha detto che la mia malattia potrebbe essere




pubblicazioni sulla sicurezzaLa Suva ha aggiornato alcune pubblicazioni sulla sicurezza .

Ecco una carrellata delle pubblicazioni più importanti  
 
L'amianto si trova ovunquePubblicazioni nuove
  
L'amianto si trova ovunque: controlla gli edifici costruiti prima del 1990!

Se fai dei lavoretti, segui i nostri consigli. Così farai a meno di questi attrezzi.

Scheda tematica: Lavorare con la motosega nelle attività non forestali

Scheda tematica: Rimozione di piastrelle per pareti e pavimenti contenenti colla a base di amianto Superfici fino a 5 m2

Amianto: riconoscerlo, valutarlo e intervenire correttamente Informazioni utili per chi lavora nell'edilizia e nel genio civile

Amianto: come riconoscerlo, valutarlo e intervenire correttamente Informazioni utili per piastrellisti e fumisti

suva check list

Software Modelli semplificati POS PSC PSS Fascicolo Opera


http://www.consorzioinfotel.it/software-cantieri-semplificati.html
Il 12 settembre 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 212 il Decreto interministeriale del 09/09/2014, che contiene i modelli semplificati per redigere i Piani Operativi di Sicurezza (POS), i Piani di Sicurezza e Coordinamento (PSC), il Fascicolo dell’Opera e i Piani Sostitutivi dei PSC (PSS).

Il Decreto attua quanto annunciato dal «decreto del fare» (D.L. 69/2013) che, con l’aggiunta dell’art. 104-bis al Titolo IV del D.Lgs. 81/08, programmava l’adozione dei modelli semplificati per i piani di sicurezza (POS, PSC, PSS) e per il fascicolo dell’opera.

Ferma restando l’integrale applicazione del suddetto Titolo IV del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., l’uso dei modelli semplificati per datori di lavoro, coordinatori, appaltatori e concessionari è facoltativo, dal momento che gli allegati XV e XVI, quindi i contenuti minimi di PSC, PSS, POS e FIS, non sono stati modificati.

Infotel propone una soluzione professionale per la sicurezza nei cantieri. Il software completo che consente di affrontare in maniera integrata tutti gli aspetti relativi al coordinamento, alla prevenzione, alla stima dei costi.

Decreto Palchi e Modelli Semplificati, con lavorazioni in archivio, nuove funzioni per adattare alle tue esigenze i piani di sicurezza e gestire revisioni e aggiornamenti in fase esecutiva.

http://www.consorzioinfotel.it/software-cantieri-semplificati.html

software pos psc semplificati

SOFTWARE SICUREZZA CANTIERI SEMPLIFICATI - DECRETO PALCHI E FIERE

La soluzione per Imprese e Coordinatori aggiornata alle recenti disposizioni per POS/PSC/PSS/Fascicolo dell’Opera Semplificati (Decreto Interministeriale 9 settembre 2014) e Decreto Palchi e Fiere

Safety Cantieri è il software per la sicurezza cantieri che gestisce le misure di prevenzione secondo la piu’ recente normativa

Gestione Sicurezza semplice e automatica

Componi facilmente i tuoi documenti di cantiere: POS ( Piano Operativo di Sicurezza ) , PSC ( Piano Sicurezza Cantieri ) , PSS ( Piano Sostitutivo di Sicurezza ) , F.O. ( Fascicolo dell’Opera ) , in versione sia classica che semplificata

Soluzione completa

In un unico software tutti i documenti previsti dalla cantieristica nella versione utile al Coordinatore della Sicurezza ed all’Impresa

Una risposta per tutte le esigenze

Vasto catalogo archivi sempre a disposizione



Software modelli semplificati pos psc