Infotel
E-Learning, LMS, Learning Management System, Scorm

SORVEGLIANZA SANITARIA

SICURWEB consente il monitoraggio e la gestione della sorveglianza sanitaria, con scadenzario delle visite da effettuare e stampa del giudizio di idoneità.

Totalmente online, il medico competente potrà procedere alla informatizzazione e gestione della cartella sanitaria e di rischio.
L'intera sezione e quindi tutti i dati sensibili della cartella sanitaria e di rischio saranno visualizzati e gestiti solo dai medico competente (utente con profilo medico competente)


PRINCIPALI FUNZIONALITÀ

Archivi di base protocolli sanitari: associando il protocollo al dipendente in automatico sarà visualizzato l'elenco degli accertamenti da effettuare.

Gestione cartella sanitaria e di rischio: anamnesi (lavorativa, familiare, patologica, ecc.) esame obiettivo, giudizio di idoneità, accertamenti integrativi.

Agenda del medico competente: scadenzario automatico con l'elenco di tutte le visite e accertamenti da effettuare/pianificare.

Elenco Fattori di rischio e DPI: l'importante fattori di rischio dalla valutazione rischi e relativi DPI consegnati.

Alcune caratteristiche:

Storicizzazione: di tutte le visite preventive/periodiche effettuate nel tempo per singolo dipendente.

Comando inserisci testo: sono predisposte frasi già compilate per un veloce inserimento dati nella cartella sanitaria e di rischio.

La sezione accertamenti: integrativi consente l'archiviazione dei documenti, dei referti collegati ad esami specialistici/chimici/di laboratorio, ecc.

Duplica Visita: questo comando, permette di creare una copia della visita preventiva/periodica selezionata, in modo da velocizzare l'inserimento dati in casi di mancate modifiche dell'anamnesi/esame obiettivo.


Rischio chimico

Pubblicato da Alberto Grillo | 18:02

SICURWEB VALUTAZIONE RISCHIO CHIMICO


Sono oggetto della valutazione tutte le attività lavorative che comportano la presenza di agenti chimici ossia ogni attività lavorativa in cui sono utilizzati agenti chimici, o se ne prevede l'utilizzo, in ogni tipo di procedimento, compresi la produzione, la manipolazione, l'immagazzinamento, il trasporto o l'eliminazione e il trattamento dei rifiuti, o che risultano da tale attività lavorativa. Nella valutazione dell'esposizione ad agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro, il datore di lavoro determina preliminarmente l'eventuale presenza di agenti chimici pericolosi e ne valuta i rischi per la sicurezza e la salute. In alternativa alla misurazione dell'agente chimico è possibile, e largamente praticato, l'uso di sistemi di valutazione del rischio basati su relazione matematiche denominate algoritmi.

SICURWEB  propone totalmente on line la valutazione dei rischi derivanti dall’utilizzo di agenti chimici pericolosi con la classificazione del REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 dicembre 2008. Aggiornato al regolamento CLP e con aggiornamento 2016 dell’algoritmo MOVARISCH.

Per ogni processo chimico e per ogni fase lavorativa, saranno associati gli agenti chimici. Ogni agente chimico sarà poi valutato per il rischio salute e per il rischio sicurezza attraverso semplici passaggi guidati. La valutazione completa sarà visualizzata tramite tabella riportando la valutazione con i relativi punteggi:


  • Irrilevante per la salute
  • Non irrilevante per la salute
  • Basso per la sicurezza
  • NON basso per la sicurezza.
Tale tabella sarà poi stampata nel documento finale, sarà comunque possibile stampare la valutazione del singolo agente chimico tramite il comando Stampa valutazione.

Clicca qui per scaricare un esempio di scheda valutazione agente chimico

Gestione DPI

Pubblicato da Alberto Grillo | 17:44

SICURWEB GESTORE DPI

L'utilizzo di un dispositivo di protezione individuale è sempre subordinato alla corretta verifica dell'avvenuta attuazione di tutti i possibili accorgimenti tecnici e organizzativi per la limitazione o eliminazione dei fattori di rischio. I DPI debbono essere usati quando i rischi non possono essere evitati o ridotti da misure tecniche di prevenzione, da mezzi di protezione collettiva o metodi di riorganizzazione del lavoro. Inoltre è obbligo del datore di lavoro sottoporre i DISPOSITIVI DI PROTEZIONE DI TERZA CATEGORIA a specifica ispezione periodica con cadenza in base alle indicazioni del fabbricante. Tale verifica dovrà essere condotta da persona esperta e competenze in base alla definizione prevista della norma tecnica.

Nel modulo REGISTRO DPI di SICURWEB è possibile inserire le occorrenze\scorte dei DPI acquistati e pronti per le consegne ai lavoratori e gestire la revisione dei DPI di III categoria. Per inserire un DPI nel magazzino del modulo, sarà necessario digitare i seguenti dati:
  • occorrenze (numero di DPI presenti in magazzino)
  • costo unitario
  • marca/modello
  • anno di fabbricazione
  • data scadenza
  • data inserimento scorte
  • periodicità revisione (per i DPI di III categoria)
  • tipo controllo
  • responsabilità
  • note
Selezionando poi il registro DPI, al momento della consegna sarà necessario aprire il magazzino DPI. Nella form saranno presenti tutti i DPI inseriti attivi con data di scadenza valida, con le relative occorrenze e rimanenze.

Per ogni dipendente sarà necessario compilare il campo Data primo utilizzo, in questo modo in base alla periodicità della revisione. il sistema calcola e scadenza la data prossima revisione.


Accedendo poi al tab Revisioni, l'utente potrà visualizzare tutte le date celle prossime revisioni con dettaglio su:
  • DPI
  • Marca e modello
  • Nominativo dipendente
  • Scadenza DPI
  • Data prossima revisione
Le revisioni scadute saranno segnalate in rosso. Tramite il comando Revisiona sarà possibile "rinnovare" la scadenza, il sistema in base alla periodicità revisione calcolerà la data prossima revisione e storicizza la revisione corrente.


Per maggiori informazioni clicca qui

HACCP

Pubblicato da Lilino Albanese | 12:36

haccp
L'HACCP si basa sul monitoraggio dei "punti della lavorazione" degli alimenti in cui si prospetta un pericolo di contaminazione, sia di natura biologica che chimica o fisica. È sistematico ed ha basi scientifiche; la sua finalità è quella di individuare ed analizzare pericoli e mettere a punto sistemi adatti per il loro controllo (inteso nell'accezione di "regolazione").
Prima dell'adozione del sistema HACCP le verifiche venivano effettuate a valle del processo produttivo, con analisi della salubrità del prodotto finito, pronto per la vendita al consumatore, e spesso il prodotto era consumato prima dell'individuazione dell'irregolarità. Inoltre, per le analisi, veniva effettuato il campionamento (analisi di un lotto tramite prelievo di un campione) ed il risultato del campione analizzato non era sempre un risultato significativo (l'eventuale contaminazione non si distribuisce omogeneamente nel lotto).
Dopo l'emanazione del D.Lgs. 155/1997, poi abrogato dal d.lgs. 193/2007 in attuazione del regolamento CE 852/2004, è stato introdotto in Italia il sistema HACCP che, promuovendo il concetto di prevenzione, analizza i possibili pericoli verificabili in ogni fase del processo produttivo e nelle fasi successive come lo stoccaggio, il trasporto, la conservazione e la vendita o somministrazione al consumatore.
In altri termini, questo controllo si prefigge di monitorare tutta la filiera del processo di produzione e distribuzione degli alimenti; lo scopo è quello di individuare le fasi del processo che possono rappresentare un punto critico (per esempio: la distribuzione di prodotti surgelati, dove la temperatura di conservazione non deve salire oltre i -18 °C, rimanendo costante dalla produzione alla consumazione).
Il sistema pone un importante accento sulla qualità alimentare, in particolare riguardo a salubrità e sicurezza; concetto che va oltre la semplice soddisfazione del cliente, ma punta piuttosto alla tutela della salute pubblica.
L’autocontrollo è obbligatorio per tutti gli operatori che a qualunque livello siano coinvolti nella filiera della produzione alimentare.
L’HACCP (Hazard analysis and critical control points) è invece un sistema che consente di applicare l’autocontrollo in maniera razionale e organizzata. È obbligatorio solo per gli Operatori dei settori post-primari.
Il sistema HACCP è quindi uno strumento teso ad aiutare gli OSA a conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare.
I principi su cui si basa l’elaborazione di un piano HACCP sono 7:
Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre
Identificare i punti critici di controllo (CCP - Critical Control Points) nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio
Stabilire, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità
Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo
Stabilire azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo (superamento dei limiti critici stabiliti)
Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate
Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare.
Considerando un’impresa alimentare, il responsabile del piano di autocontrollo deve predisporre e attuare il piano con l’ attiva partecipazione della dirigenza e del personale avvalendosi, se del caso, di un supporto tecnico-scientifico esterno.
Il piano deve essere applicabile e applicato, finalizzato a prevenire le cause di insorgenza di non conformità prima che si verifichino e deve prevedere le opportune azioni correttive per minimizzare i rischi quando, nonostante l’applicazione delle misure preventive, si verifichi una non-conformità.
L’obiettivo principale è istituire un sistema documentato con cui l’impresa sia in grado di dimostrare di aver operato in modo da minimizzare il rischio. Tuttavia, in alcuni casi come nelle piccole imprese, l’applicazione del sistema HACCP può risultare complessa.
E’ necessario comunque che la corretta predisposizione e applicazione di procedure, se pure semplificate, consenta nell’ambito del processo produttivo, il controllo e la gestione dei pericoli.
L’applicazione dei principi del sistema dell’analisi dei pericoli e dei punti critici di controllo (HACCP) alla produzione primaria non è ancora praticabile su base generalizzata, ma si incoraggia l’uso di prassi corrette in materia d’igiene in questo settore.
Per facilitare l'adozione di piani di autocontrollo adeguati vengono resi disponibili Manuali di Corretta Prassi Igienica (Good Hygiene Practice o GHP) , che costituiscono documenti orientativi voluti dalla normativa comunitaria ed utilizzabili come guida all'applicazione dei sistemi di autocontrollo.

Scopri software haccp web

Registro antincendio

Pubblicato da Alberto Grillo | 14:49

REGISTRO CRONOLOGICO INTERVENTI

Il Registro Antincendio è istituito obbligatoriamente per tutte le attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco, come strumento di lavoro per il monitoraggio della sicurezza antincendio.
Tale registro contiene l’elenco dei controlli che periodicamente devono essere attuati sugli impianti/presidi antincendio: è fondamentale il mantenimento nel tempo del livello di sicurezza antincendio dei lavoratori nei propri luoghi di lavoro. Gli effetti di tale attività, infatti,  ricadono in modo diretto sulla tutela dei dipendenti e delle altre persone che accedono ai luoghi di lavoro a qualsiasi titolo (fornitori, visitatori, utenti, ecc.).

SICURWEB come software HSE, aiuta a gestire i presidi antincendio generando uno scadenzario e inviando via mail notifiche per le relative scadenze di verifiche, controlli, revisioni, collaudi, ecc. Inoltre aiuta a registrare tutti gli interventi derivanti da verifiche/controlli/manutenzioni a esito negativo. Tutti gli interventi sono storicizzati nel registro cronologico degli interventi.

Corsi in HTML5

Pubblicato da Alberto Grillo | 17:13


Problemi sulla visualizzazione dei corsi E-learning. Tutti i corsi delle piattaforme e-learning hanno flash come base e questo puo’ essere un problema riscontrato dagli utenti. Noi stiamo ricompilando tutti i corsi in HTML5 per superare questa problematica. Sotto troverete una breve guida su come superare il blocco predefinito dei browser.
Il plugin Adobe Flash Player consente la visualizzazione di contenuti video e animazioni nel browser. Questo articolo spiega come provare, installare, aggiornare e risolvere i problemi sul plugin Adobe Flash.
Verificare l’installazione di Flash
Visitare la pagina di test del sito di Adobe per verificare la corretta installazione e il funzionamento del plugin Flash. Se un messaggio di avviso indica che Flash non è installato, seguire le istruzioni riportate nella successiva sezione per installare l’ultima versione del plugin.
Installare o aggiornare Flash
Il plugin Flash si aggiorna automaticamente per impostazione predefinita. Se alla pagina di test di Adobe viene indicato che la versione utilizzata di Flash è obsoleta e non si desidera attendere l’aggiornamento automatico, è possibile aggiornare il plugin manualmente scaricando e installando l’ultima versione dal sito di Adobe.
Mancato funzionamento del plugin Flash
Se visitando la pagina di test del sito di Adobe si riscontra il mancato funzionamento di Flash nonostante sia stata installata la versione più recente, il plugin Flash potrebbe essere disattivato nella scheda di gestione dei componenti aggiuntivi. Per verificare che Flash sia attivo:
Fare clic sul pulsante dei menu e successivamente su Componenti aggiuntivi per aprire la scheda di gestione dei componenti aggiuntivi.
Nella scheda di gestione dei componenti aggiuntivi, selezionare il pannello Plugin.
Se il plugin Flash risulta disattivato, selezionare Chiedi prima di attivare nel menu a discesa relativo a Flash.
I browser attivano il plugin Shockwave Flash per visualizzare siti basati su Adobe Flash. Il più usato è certamente Youtube. Sono moltissimi i siti web ad utilizzare Shockwave Flash. Basta anche una sola piccola animazione. Un buon modo per prevenire che Shockwave Flash si blocchi spesso è l’aggiornamento. Aggiorna Shockwave Flash ogni volta che puoi. Aggiornarlo costantemente ti aiuterà a mantenerlo funzionale.

Sicurweb colonna Opzioni

Uno degli obiettivi di un sistema gestionale è quello di automatizzare i processi di gestione all'interno delle aziende, migliorando il flusso dati e gestendo gli aspetti salienti come scadenze, risorse umane, macchinare, presidi antincendio, ecc. in modo tale da ridurne i costi e incrementare l'efficienza e la produttività dell'azienda.

SICURWEB è lo strumento software efficiente ed efficace per migliorare e monitorare lo stato aziendale, consente l'inserimento delle unità organizzative (sia come sedi principali che come singole sedi operative) e il monitoraggio del loro stato.

Su ogni record raffigurante le aziende, a destra sono posizionate tre colonne Opzioni e accessi e i rischi (solo se presenti i relativi moduli sui rischi specifici). Le funzioni principali per la gestione delle aziende sono raggruppate in un unico comando presente sulla colonna Opzioni, cliccando tale comando si aprirà un popup contenente le seguenti voci:

Per approfondire le informazione clicca qui

Valutazione agenti chimici

Pubblicato da Alberto Grillo | 16:44

Sicurweb: valutazione agenti chimici pericolosi

Nella valutazione dell'esposizione ad agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro, il datore di lavoro valuta i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.
ANALISI RISCHIO CHIMICO PER LA SALUTE
Esposizione a sostanze tossiche e/o nocive che, se assorbite, inalate, ingerite inducono ad una potenziale compromissione dell'equilibrio biologico (intossicazione o malattie professionale).
Possibilità che agenti chimici pericolosi, tal quali o sotto forma di emissioni (polveri, fumi, gas e vapori) possano essere assorbiti dall'organismo attraverso:
ANALISI RISCHIO CHIMICO PER SICUREZZA
RISCHIO di: incendio, esplosioni, contatto con sostanze aggressive e/o corrosive (ustioni chimiche, corrosione di materiali e degrado di impianti, ecc.).
Se i risultati della valutazione dei rischi dimostrano che, in relazione al tipo ed alle quantità di un agente chimico pericoloso e alle modalità e frequenza di esposizione a tale agente presente sul luogo di lavoro risulta NON basso per la sicurezza e NON irrilevante per la salute il datore di lavoro dovrà:

  • attuare misure specifiche di protezione e di prevenzione e Disposizioni in caso di incidenti o di emergenze;
  • nominare un medico competente che dovrà sottoporre i lavoratori esposti a sorveglianza sanitaria e istituire e aggiornare le cartelle sanitarie e di rischio.
Nel modulo rischio, chimico di SICURWEB, in automatico tutti gli agenti chimici con risultato Non basso per la sicurezza e NON irrilevante per la salute confluiscono nel programma di miglioramento.

Selezionando tale nodo, saranno mostrate di default le misure specifiche da approntare.


I dati presenti sono:

  • Eliminazione o sostituzione degli agenti pericolosi
  • Progettazione dei processi lavorativi
  • Controllo tecnici presenti
  • Attrezzature e materiali
  • Misure organizzative
  • Misure di protezione collettiva alla fonte
  • Sorveglianza sanitaria dei lavoratori
Per ogni misura sarà presente di default una piccola descrizione, inserire l'intervento di miglioramento e salvare i dati. Inoltre sarà possibile aggiungere DPI e note.

HACCP WEB

Pubblicato da Alberto Grillo | 17:41

HACCP

HACCP WEB: nuovo modulo di SICURWEB H.S.E. per la redazione del Piano di autocontrollo alimentare secondo il sistema HACCP con indicazioni di corretta prassi igienica.

Il software fa riferimento al cosiddetto "pacchetto igiene", un complesso di quattro Regolamenti (Reg. CE582/2004. Reg. CE853/2004, Reg. CE 854/2004, Reg. CE 882/2004).

Tali regolamenti europei stabiliscono che tutte le imprese che esercitano un'attività che riguardi la preparazione, produzione e confezionamento, deposito, trasporto, distribuzione, compresa la somministrazione al consumatore di sostanze alimentari, devono adottare un siste,a di autocontrollo


PRINCIPALI FUNZIONALITÁ:
  • Archivi di base per Fasi lavorative, Rischi e Pericoli, Azioni preventive, Azione correttive, Azioni di Monitoraggio, Limiti Critici: Gli archivi possono essere modificati e implementati ulteriormente dall'utente.
  • Archivio prototipi per attività alimentari: ristorazione, bar, pasticcerie, gelaterie, ecc.
  • Descrizione ambienti di lavoro con upload planimetrie.
  • Descrizione del prodotto e dell'attività produttiva.
  • Organigramma aziendale per stesura team HACCP.
  • Descrizione attrezzature e impianti di lavoro con programma di manutenzione.
  • Analisi dei rischi: per ogni fase lavorativa del processo aziendale saranno identificati i rischi e i pericoli in modo tale da settare le relative misure di prevenzione.
  • Diagramma di flusso: costruzione del diagramma di flusso in base alle fasi lavorative inserite, tramite costruzione di nodi e sotto-nodi. Il diagramma di flusso sarà stampato nel manuale HACCP.
  • Identificazione CCP (punti critici di controllo) mediante l'albero delle decisioni: tramite un wizard semplificato si potrà visualizzare la sequenza di domande le cui risposte individuano i veri Punti Critici di Controllo.
  • Monitoraggio CCP: per ogni punto critico di controllo saranno individuate le azioni di monitoraggio e controllo, i relativi punti critici e le azioni correttive da intraprendere.
  • Gestione procedure di pulizia e sanificazione: per ogni area omogenea aziendale potranno essere inserite le operazioni di pulizia e sanificazione, dettagliando le sostanze impiegate, la frequenza/periodicità, il momento e i responsabili dei trattamenti.
  • Piano di disinfestazione e derattizzazione con relativa verifica degli infestanti e upload planimetrie.
  • Gestione rifiuti e acque reflue, Controllo della potabilità delle acque.
  • Controllo delle temperature: per ogni impianto/cella frigo si andrà a individuare la data e l’ora della verifica, le anomalie riscontrate con le relative azioni e addetti al controllo.
  • Rintracciabilità e ritiro dal commercio: gestione fornitori, merci non conformi, rintracciabilità alimenti.
  • Gestione e rintracciabilità M.O.C.A.
  • Tipologia di Additivi Alimentari, Enzimi, Aromi prodotti/confezionati/tenuti in deposito.
  • Diete speciali e allergeni.
  • Registro delle non conformità: identificazione delle non conformità con relativo registro e storico delle azioni intraprese e dei responsabili.
  • Gestione allegati e documentazione: upload e conservazione documenti.
  • Stampa del manuale di autocontrollo: il file sarà visualizzato in formato rtf per ulteriori personalizzazioni e modifiche prima della stampa finale.

Software Sicurweb

Pubblicato da Alberto Grillo | 12:57


SICURWEB


Il Decreto Legislativo n. 81/08 e s.m.i. all'art. 30 mette in evidenza l'importanza di adottare un sistema di gestione e di controllo delle procedure per l'attuazione di un modello organizzativo che garantisca l'adempimento degli obblighi giuridici legati alla Sicurezza nei luoghi di lavoro, Qualità, Ambiente. Le Piccole, Medie e Grandi aziende, gli gli Enti, i liberi professionisti e tutti i soggetti che rientrano nel campo di applicazione del d.lgs 81, con l'adozione e l'attuazione di un modello organizzativo vengono esonerati dalla responsabilità amministrativa.

Infotel propone un valido strumento per l'applicazione della qualità nei luoghi di lavoro, il sistema software SICURWEB. Tale sistema risulta composto da una serie di moduli integrati e rivolti alle diverse figure partecipanti al processo di gestione.
E’ un applicativo WEB e come tale non ha limiti logistici, di accesso e di utenza.


Clicca qui e richiedi una DEMO online

Test finale

Pubblicato da Alberto Grillo | 16:57

SICURWEB Test finale

La fruizione di un corso in modalità FAD presuppone lo svolgimento di un percorso/modello didattico diviso in lezioni, dispense e test finale per la verifica dell'apprendimento ovviamente in base agli argomenti dettati dalla normativa o inseriti dall'amministratore della piattaforma. I contenuti dei corsi didattici possono essere progettati in diversi formati:

  • pagine HTML
  • contributi audio e video
  • esercitazioni interattive
  • quiz game
  • FAQ, ecc.
Sono stati individuati standard come AICC, SCORM, IMS che devono essere implementati per garantire la comunicazione fra diversi sistemi e fare in modo che un Learning Object concepito su una piattaforma posso essere integrato in un'altra. Attualmente lo standard più diffuso è SCORM.

Il fruitore della piattaforma e-learning SICURWEB potrà creare i test finali, inserendo nella sezione TEST le domande e le relative risposte, con i punti o la percentuale di superamento oppure usufruire dei contenuti didattici offerti da un catalogo corsi online.  L’amministratore della piattaforma potrà poi verificare l’avvenuta chiusura del corso e il superamento del test finale.

Nella dashboard della piattaforma FAD di SICURWEB, selezionare la voce Report verifiche:


Si potrà verificare in maniera agevole e veloce, lo stato finale del corsista e sarà possibile stampare il risultato del test con le risposte date in formato pdf, evidenziando le risposte esatte e quelle sbagliate:


l report contiene le seguenti colonne:
  • Discente (nome e cognome del corsista)
  • Corso
  • test
  • stato (superato/non superato)
  • data (data di fruizione del test)
  • dettagli feedback (per verifica intermedia di apprendimento)
  • stato feedback (per verifica intermedia di apprendimento)
  • stampa (apre il pdf riportante il test).
Per ulteriori informazione cliccare qui

Ricerche sulle risorse umane

Pubblicato da Alberto Grillo | 15:35

GESTIONE DIPENDENTI

La gestione completa delle risorse umane è di fondamentale importanza per le aziende, non solo come inserimento dei dati anagrafici, ma anche per valutarne performance e competenze e registrare la formazione eseguita o pianificare la sorveglianza sanitaria.

SICURWEB offre un potente strumento totalmente via web per l'inserimento dei dipendenti con i dettagli anagrafici e la creazione di vere e proprie schede di vita aziendale contenenti i fattori di rischio e i DPI derivanti dal DVR e lo storico di tutte le visite mediche e dei corsi di formazione/aggiornamento effettuati negli anni.

Con un uso costante di SICURWEB, i dati presenti all’interno del database possono diventare molto numerosi. Per tale motivo sono presenti filtri di ricerca avanzati: le informazioni sulle risorse umane potranno essere filtrate per gruppi omogenei (mansioni, reparti, qualifiche, ecc.) per dati anagrafici (cognome, nome, codice fiscale, età) e ancora per formazioni/visite mediche effettuate e da effettuare oppure scadute. Tutte le ricerche effettuate sono esportabili in formato Excel.

RICERCHE SULLE RISORSE UMANE
La sezione si compone di quattro tab:
  • Ricerca dipendente
  • Ricerca visite/formazioni 
  • Ricerca scadenze visite/formazioni
  • Ricerca non associati.
In tutti i tab sarà possibile filtrare i dati su tutte le aziende/unità organizzative (o su una in particolare) e per gruppi omogenei (mansione, qualifica, reparto, struttura) selezionando il comando Cerca saranno mostrati i dipendenti oggetto della ricerca effettuata.
Inserendo una specifica visita o una specifica formazione, saranno filtrati tutti i dipendenti che devono effettuare quella specifica visita/formazione, con relativa data.
Il Visualizza Licenziati, attivato sul SI includerà nella ricerca anche i dipendenti licenziati (con data fine rapporto lavorativo inserita).
I comandi posti sulla tabella inferiore sono:
Stampa in html: stampa la tabella in formato html.
Stampa in excel: stampa la tabella in formato excel.
Cerca: apre e chiude il filtro di ricerca superiore.
Nel tab ricerca visite/formazioni, si potrà effettuare una ricerca sullo storico di tutte le visite/formazioni eseguite e da eseguire con relativi grafici e statistiche. Per la formazione è presente anche una estrapolazione in base alle ore di formazioni eseguite per anno/mese.
Si potrà filtrare per:
• Società (menù a tendina)
• Sede (menù a tendina)
• Reparto (menù a tendina)
• Mansioni (menù a tendina)
• tipologia (se visite o formazione, formazione frazionata in corso o chiusa)
• data da-a
• struttura (menù a tendina)
• qualifiche (menù a tendina)
• ruoli SSL (menù a tendina)
Nel tab ricerca NON ASSOCIATI, si potrà effettuare una ricerca sui dipendenti che non hanno mai eseguito una visita o una formazione.

GESTIONALE FORMAZIONE SICURWEB

Organizzare la formazione aziendale e non solo, equivale a informare tutti i responsabili compresi docenti e corsisti delle relative scadenze in cui si svolgeranno i corsi e le lezioni. Sicurweb crea in base ai dati inseriti nel gestionale della formazione, un calendario condiviso da vari utenti, in cui saranno inserite tutte le aule virtuali ancora aperte con relativo periodo di svolgimento e le relative lezioni. Nel calendario saranno presenti solo le aule virtuali di tipo aula e aula/pratica.

Il modulo GESTIONE FORMAZIONE di SICURWEB rappresenta l'innovativo gestionale online per l'organizzazione della formazione aziendale: con passaggi semplici e veloci sarà possibile inserire le aule virtuali, i corsisti e i formatori, generando così report cui costi, ricavi, stampa attestato di partecipazione e registro presenze.

Entrando nel gestionale, in alto a sinistra è presente il menù calendario suddiviso in:
  • calendario aule
  • calendario lezioni
Aprendo i rispettivi calendari, si potrà avere una visualizzazione per giorno, settimana, mese e anno. I comandi presenti nella visualizzazione per mese e anno permettano l'importazione delle scadenze in formato excel per il mese/anno selezionato.


Cliccando su dettagli saranno presenti tutti i dati inseriti, per le aule:
  • nome della formazione (corso o aggiornamento)
  • nome e cognome dei corsisti (interni o esterni)
  • nome e cognome del docente
  • periodo dal-al
per le lezioni:
  • nome della lezione
  • nome della formazione (corso o aggiornamento)
  • nome e cognome dei corsisti (interni o esterni)
  • nome e cognome del docente
  • periodo dal-al

Per ulteriori dettagli clicca qui

Sicurweb colonna Opzioni
Uno degli obiettivi di un sistema gestionale è quello di automatizzare i processi di gestione all'interno delle aziende, migliorando il flusso dati e gestendo gli aspetti salienti come scadenze, risorse umane, macchinari, presidi antincendio, ecc. in modo tale da ridurne i costi e incrementare l'efficienza e la produttività generale dell'azienda.
SICURWEB è lo strumento software efficiente ed efficace per migliorare e monitorare lo stato aziendale, consente l’inserimento delle unità organizzative (sia come sedi principali che come singole sedi operative) e il monitoraggio del loro stato.
Su ogni record raffigurante le aziende, a destra sono posizionate tre colonne Opzioni e accessi e rischi (solo se presenti i relativi moduli sui rischi specifici). Le funzioni principali per la gestione delle aziende sono raggruppate in un unico comando presente sulla colonna Opzioni, cliccando tale comando si aprirà un popup contenente le seguenti voci:

Dettagli
Duplica
Riattiva
Disattiva
Elimina
Esporta calendario
Checklist generiche
Scadenzario
Gestore inviti
Per approfondire le singole voci e ulteriori informazioni clicca qui